Sulla lingua e cultura italiana
Για την ιταλική γλώσσα και τον ιταλικό πολιτισμό

Chi ama i gatti è più intelligente di chi preferisce i cani: lo dice una ricerca Usa

StampaItaliana

 

La Carroll University ha sottoposto al test del QI circa 600 studenti,

dopo averli intervistati sulla propria passione per gli animali

È più intelligente chi possiede un gatto, rispetto a chi ha un cane: lo studio è firmato dalla Carrol University del Wisconsin, dove i ricercatori hanno sottoposto al test del quoziente intellettivo i padroni di gatti e di cani, tracciandone anche gli aspetti della personalità.
Lo studio è stato condotto su 600 studenti universitari, che sono stati sottoposti al test del quoziente intellettivo: il 60% di loro ha dichiarato di preferire i cani, l’11% i gatti, il 49% invece non ha espresso preferenze o ha dichiarato di non essere appassionato da nessuno dei due animali. Sottoposti al test del QI, hanno ottenuto però punteggi più alti gli intervistati che possiedono un gatto.
Ma la ricerca della Carroll University non si è fermata al test di intelligenza: gli studiosi hanno voluto analizzare anche i tratti caratteriali di chi possiede o preferisce uno dei due animali. Gli appassionati di cani risultano essere più vivaci e socievoli, molto pratici ed estremamente rispettosi delle regole. Più introversi e solitari gli amanti dei gatti, che manifestano però una maggiore sensibilità e creatività, con un’intelligenza più incline a trovare espedienti per risolvere un problema, piuttosto che seguire alla lettera le regole.

 

La Stampa/ LA ZAMPA (4/6/2014)

Δεν υπάρχουν σχόλια:

Δημοσίευση σχολίου

Related Posts with Thumbnails